Traduci

13 novembre 2014

Posta Certificata, firma elettronica e conservazione a norma integrati in Gmail e Google Drive

Emanuele Cerroni, responsabile dei servizi per il
settore sanitario di Noovle, è il product manager
di TrustApp. “La facilità e la rapidità della
collaborazione sono le caratteristiche che rendono
le Google Apps una tecnologia all’avanguardia,
nelle finalità  e nelle modalità di gestione dei
documenti, con  funzionalità di modifica  in
tempo reale e controlli di condivisione.  In
particolare per il settore della sanità
saper cogliere le sfide del cloud – anytime,
anywhere, anydevice –  significa  costruire una
architettura  clinica rivoluzionaria basata su una
visione  generale e di insieme del paziente.
La partnership con Infocert permette di garantire
che i vantaggi offerti dalla tecnologia di Google
possano essere impiegati nel pieno rispetto della
normativa italiana

Vi segnalo la notizia del lancio del nuovo servizio "trustApp" che integra firma elettronica, conservazione a norma dei documenti e posta certificata nelle Google Application, realizzato grazie ad una partnership fra Noovle (partner italiano di Google) e Infocert.

Vedi gli articoli:
Questa iniziativa potrebbe avere un ruolo importante nella diffusione in Italia, non solo nel settore privato ma anche nella Pubblica Amministrazione e nella sanità, di soluzioni Cloud per la gestione documentale e la collaborazione, come Google Apps for Work, peraltro già diffusamente adottato nelle aziende (oltre 5 milioni).

Inoltre gli strumenti Google di gestione mail e documenti sono ampiamente diffusi anche tra i cittadini (oltre 500 milioni di utenti utilizzano GMail e 250 milioni di utenti che usano attivamente Google Drive per gestire documenti e collaborare).

Grazie all'iniziativa trustApps tutti questi utenti potranno inviare e ricevere PEC direttamente da Gmail, ma soprattuto firmare e applicare la marca temporale ai documenti realizzati o comunque presenti su Google Drive, conservandoli a norma di legge.

Danilo Cattaneo, Direttore
Generale di Infocert.
"Per sfruttare tutte le potenzialità
dei servizi di dematerializzazione
e trasformarli da mero obbligo
normativo in facilitatori
dell'espansione e acquisizione di
business, occorre che siano pienamente
integrati con i processi aziendali e
con i sistemi e le applicazioni già
presenti presso il cliente
".  
Penso che sia una evoluzione molto positiva anche per Infocert, che riesce a proporre un servizio all'avanguardia grazie ad una partnership con una tra le aziende più innovative presenti sul mercato.

Infocert può concentrarsi nel fare bene il  suo mestiere di certificatore ed utilizzare per fornire il servizio l'infrastruttura di un cloud  provider quale Google, una delle più sicure e performanti al mondo, appoggiandosi ad una piattaforma cloud facile da usare, economica e che non richiede di dotarsi di infrastrutture o di gestire installazioni o aggiornamenti,

La naturale transizione dell'informatica dalle infrastrutture e software fatti in casa  verso i servizi cloud condivisi erogati attraverso la rete è una realtà che sta avendo un impatto fortissimo sui sistemi produttivi e sociali di ogni paese.

L'Italia deve sbrigarsi a portare avanti le iniziative dell'Agenda digitale e dell'innovazione se vogliamo invertire la tendenza al declino, e tornare ad essere uno dei paesi leader in Europa.


Posta un commento